Ma davvero?

Ma davvero non avere un marito e dei figli a 40 anni deve farci sentire sbagliate e incomplete? Ma davvero per noi ci sarà per sempre qualcosa che manca? Ma davvero vivere da sole significa essere depresse?

A tutte coloro che temono che avere 40 anni e non avere una famiglia significhi essere depresse, incomplete, sbagliate, spacciate voglio sorridere e raccontare il rovescio della medaglia!
Nella mia testa c’è sempre stato, fin da ragazzina, l’ideale di coppia felice: ci si fidanza, ci si ama follemente, ci si sposa per coronare quel meraviglioso amore, si fanno dei figli… e vissero felici e contenti. Benissimo, per qualcuno sicuramente ha funzionato e funziona. E questo è ancora meraviglioso ai miei occhi di sognatrice.

Ma cosa succede se quel copione per noi è diverso? Succede che molti ci fanno sentire delle sfortunate, delle “zitelle”, delle donne che non avranno mai la completa felicità.Alcuni ci chiedono con voce dispiaciuta “non hai trovato ancora nessuno?”. No! Non è che non abbiamo trovato nessuno! E’ che non ci dobbiamo accontentare di una persona qualsiasi perché il nostro orologio biologico gira e rischiamo di perdere quella che tutti credono essere l’unica possibilità della vita di essere felice: fare un figlio! E poi… per essere felice è indispensabile avere un uomo accanto? Io credo che bisogna stare in piedi con le proprie gambe e completarsi da sole. Poi, se un giorno arriverà l’uomo giusto lo si accoglierà con la consapevolezza che la nostra vita non sarà ancorata e dipendente da lui, ma con la gioia di condividere un sano percorso insieme.

Non c’è nulla di cui aver paura! Stare da sole, non significa essere tristi e senza soddisfazioni, anzi! Si può vivere felici anche senza un marito e dei figli, costruendo la propria vita come si desidera, con più spazio da dedicare a noi stesse. In fondo abbiamo affrontato la nostra esistenza da ben prima di essere in una relazione. Non dobbiamo mettere dei paletti a quello che si può fare da sole, spesso sono dei limiti mentali che se sconfitti ci aprono verso un mondo nuovo. Chi lo dice che andare al ristorante, al cinema, a fare shopping o in vacanza da sole sia triste? Ce lo hanno inculcato, ma non è affatto così. Sperimentare la vita da sole è qualcosa di estremamente affascinante e fortificante. Stare con se stesse è straordinariamente piacevole. Semplicemente bisogna far crollare quei limiti mentali e, piano piano, godere della propria compagnia diventerà un’abitudine irrinunciabile. E comunque non saremo mai sole davvero. Perché intorno a noi c’è un mondo, un mondo di persone e di cose da scoprire.


Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.